IL VALLEDORIA CALCIO FA’ FUORI LA GIUNTA COMUNALE

Facciamo la cronaca degli ultimi degli ultimi 15 giorni di Valledoria:

Il 30 Dicembre si è svolto l’ultimo consiglio Comunale, dove tutta la giunta compatta, come sempre da quasi 3 anni, alzava la mano a tutti gli emendamenti.

Il 3 Gennaio la squadra del Valledoria viene sfrattata dal campo per allenarsi, anche se aveva avuto l’ok dal Vice Sindaco Claudia Spezziga.

Il 4 Gennaio il Consigliere Carboni dichiara: “Il Vice Sindaco non capisce un c….

Il 13 Gennaio sono state presentate le dimissioni, concordate in riunioni precedenti, consegnate al funzionario degli Affari Generali, Domenico Pes. Questi i nomi dei consiglieri che hanno presentato le dimissioni: Andrea Pala, Giuseppe Cau, Francesco Piroddi, Ettore Puttolu, Francesco Taras, Giuseppe Poddighe e la Vice Sindaco Claudio Spezziga. Proprio le dimissioni di quest’ultima sono state decisive. 

Per domani mattina alle 10, presso la Sala Consigliare, i 7 dimissionari hanno annunciato una conferenza stampa.

Ora per Valledoria si prospetta il Commissario Prefettizio, poi le elezioni anticipate.

La domanda ora è semplice, ma se il 3 gennaio la squadra del Valledoria si fosse allenata regolarmente allo stadio oggi 13 gennaio cadeva la giunta?

Ovviamente ora ci diranno che il vaso era colmo, ma fino al 30 dicembre in Consiglio tutti alzavano la mano per qualsiasi cosa, quindi la coerenza di qualcuno era a tempo determinato.

Quando Andrea Pala e Giuseppe Cau si sono allontanati dalla maggioranza lo fecero subito dopo le elezioni, ed hanno contrastato, inutilmente, tutte le decisioni di questa giunta, ma dobbiamo verificare che il Valledoria Calcio dopo aver vinto due coppe in 8 mesi è riuscita nell’impresa di fare cadere questa giunta, un risultato che inutilmente ha provato in questi anni l’opposizione.

In un paese dove lo sport è l’unica fonte per i nostri giovani, la cattiva scelta di combattere contro la squadra di calcio è stato un vero autogoal per il Sindaco e i suoi Assessori.

Ora la speranza è quella di trovare facce nuove, non le solite minestre riscaldate, giovani e quote rosa che hanno voglia di lavorare per il nostro paese, che abbiano il requisito essenziale “QUELLO DI NON AVERE UN ATTIVITA’ A VALLEDORIA MA DI LAVORARE PER TUTTI I CITTADINI E TUTTE LE ATTIVITA’.

Gianni Carra

 

Author: VALLEDORIAOGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *