IL FUTURO BUIO DELLA POLISPORTIVA CALCIO VALLEDORIA

A solo 40 giorni dalla vittoria in Coppa Italia, la squadra del Valledoria è stata consegnata alla giunta Comunale.

Una stagione con ottimi risultati tecnici, dal 4° posto in campionato, alla già citata vittoria in Coppa Italia, al 3° posto della Juniores, al 3° posto degli Allievi, al 3° posto dei giovanissimi, agli ottimi risultati degli Esordienti, ad una serie continua di vittorie dei Pulcini, alla vittoria di ieri dei Primi Calci a Tergu, non è servita a dare continuità alla Polisportiva Valledoria Ampurias.

Oggi l’ex Presidente Stangoni, ha dichiarato di aver provato allargare la dirigenza cercando di reperire forze nuove, ma i risultati della stagione dirigenziale sono da criticare.

Non abbiamo visto durante la stagione un direttore sportivo, un direttore tecnico, un responsabile del settore giovanile, ma Stangoni è stato l’unico protagonista, nel bene e nel male, di scelte dirigenziali, anche se probabilmente senza la sua presenza, difficilmente la squadra avrebbe terminato il campionato.

Dopo un anno di fusione con la scuola calcio Ampurias, c’è già stata una divisione di vedute, tra i dirigenti dell’Ampurias e il Presidente, tutto questo, ovviamente ha stancato qualche dirigente, che da 9 anni segue questa avventura.

Anche quest’estate nessuna programmazione di eventi, nessun torneo è programmato per rimpinguare le casse societarie, ma come ogni anno dopo il campionato tutto si ferma fino a Settembre, al contrario di paesi limitrofi, anche con solo 700 abitanti.

Ora corriamo il rischio di non avere la squadra in Promozione, ed è strano che i due paesi dell’Anglona con maggior numero di abitanti, Castelsardo e Valledoria, hanno il problema di mantenere una squadra di calcio.

Lo scenario futuro è un vero rebus, ma la speranza è quella di trovare delle persone che amano questo paese, e che capiscano che il calcio a Valledoria è un’istituzione che non può mancare, ma deve far riflettere come due dirigenze come quelle di questa stagione, Polisportiva Valledoria e Ampurias, non riescono a stare insieme neanche per otto mesi.

Ci vogliono persone che allargano le vedute, e coinvolgono persone che amano questo sport, senza invidie e gelosie, ma probabilmente è un’utopia.

Gianni Carra

 

Author: VALLEDORIAOGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *