GLI IMPIANTI SPORTIVI DI VALLEDORIA

A volte le parole non servono per descrivere impianti ricreativi. A Valledoria, paese di 4.300 abitanti, e seconda come numero di abitanti, nell’Anglona, solo a Castelsardo, il calcio la fa da padrona.

Tranne qualche palestra privata, abbiamo una bella e capiente palestra, dove ha solo un piccolissimo problema, quando piove entra acqua, e nessuna attività sportiva viene effettuata, dal basket al volley, due sport popolari anche a livello femminile, a Valledoria non esistono tracce.

Due campi da tennis impraticabili, che hanno portato gli amanti del tennis a Viddalba, e Catelsardo, mentre i bambini non possono imparare questo sport, perchè gli orari scolastici non permettono di arrivare nei paesi vicini, in tempo per le lezioni.

Alla Muddizza, un campo di calcio, dove giocavano amatori e squadre giovanili, lasciato “vergognosamente” morire con la mancanza anche dell’agibilità degli spogliatoi.

Sempre alla Muddizza un piccolo campo in cemento, che potrebbe essere utilizzato da calcetto, inagibile da anni.

Un campo di calcio in terra batttuta, a volte solo terra senza battuta, dove giocano gli amatori e qualche squadra giovanile, un campo con misure non regolari, e sopratutto pericoloso per la vicinanza delle rimesse laterali vicino alla rete di recinzione, e ovviamente ogni caduta è sempre un rischio di infortunio, sopratutto per i giovani.

Un campo da calcetto in erba sintetica, che nei mesi estivi non viene utilizzato, probabilmente perchè le casse della Pro loco non hanno bisogno di introiti di tornei o scuole calcio estive.

Per terminare il fiore all’occhiello delle strutture sportive di Valledoria, lo Stadio Bayslack, un struttura vecchia, non ristrutturata neanche con una sana imbiancatura nelle tribune, però un campo invidiabile, dove però gioca la prima squadra, che a volte non si può neanche allenare, altrimenti la bellezza del terreno di gioco andrebbe a decadere, e sopratutto al contrario degli altri paesi, anche di solo 700 abitanti, non viene utilizzato durante l’estate per nessuna manifestazione e tornei.

Ma sicuramente, con tutto il denaro arrivato nelle casse del Comune, tra qualche mese Valledoria avrà tutti questi impianti belli e funzionali.

Gianni Carra

 

Author: VALLEDORIAOGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *